Lepanto, dell'Armada ed altro
SANDRO MARTINI


"La direzione del suo lavoro è quella della spazializzazione progressivamente sempre più aerea che (a partire dalla mostra del 1973 al Milione di Milano) si sviluppa attraverso una straordinaria serie di installazioni non solo nel contesto limitato delle gallerie ma anche, soprattutto, all'aperto o in grandi ambienti architettonici pubblici.
In questo senso la sua avventurosa e impegnativa esperienza degli anni '80 negli Stati Uniti (in particolare a New York e San Francisco) è stata di determinante importanza, nella misura in cui gli ha consentito di far decollare con il vento in poppa (o anche di bolina) le grandi vele della sua pittura negli spazi della realtà.
Si può senz'altro dire che Martini, sempre sostanzialmente fedele al suo immaginario pittorico, è riuscito a impregnare di spazio reale, di effettiva atmosfera vitale le visioni ancora virtualmente pittoriche degli anni '60."
SANDRO MARTINI