after Cézanne
PAUL GOODWIN


La mostra allinea una ventina di opere ispirate al capolavoro di Paul Cézanne, Bagnanti del 1880, piccolo olio su tela custodito al Detroit Institute of Arts.
Colpito dalla composizione perfetta del maestro francese, dal rigore delle forme e dal giustapporsi calcolato di toni e colori, Goodwin ha ragionato a lungo sulla scansione dell'immagine, lavorando per sottrazione, “per via di levare”, al fine di identificare i livelli che, in profondità, hanno dato origine alla tela. L'operazione di Goodwin, dai contorni concettuali, prende avvio da un bozzetto che rievoca, nel verde umido della selva, gli spunti naturalistici dell'originale, tutti palpiti di un paesaggio boschivo dove la comunione fra uomo e creato è regolata dai ritmi di una convivenza primigenia.
Poco per volta, la visione si astrae, la composizione sempre più rarefatta giunge a evidenziare solo parti dello scenario, alberi o personaggi avvolti in un bagliore diffuso. Dopo un esercizio di sintesi straordinaria, l'approdo lineare lascia emergere nello spazio assoluto solo tracce di presenze; l'essenza della visione. Il nocciolo della composizione rimane l'uomo con la sua solitudine cosmica e la sua presenza fragile al cospetto dell'universo che lo inghiotte.

Inaugurazione, mercoledì 25 settembre 2019, dalle ore 18.00
dal 25 settembre al 15 novembre 2019
Orari mostra, martedì/giovedì: ore 10.00 – 14.00 / 16.00 – 19.30
PAUL GOODWIN
Cézanne split figure 2 red head pg, 2016, olio e gesso su sarnafil, cm 50 x 50