ALFREDO CASALI


Alfredo Casali Nasce a Piacenza nel 1955. Dopo varie esperienze artistiche fra pittura, poesia visiva e studi filosofici (nel 1983 si laurea a Bologna con Luciano Anceschi), Casali approda a un originale linguaggio fondato su alcuni elementi archetipici ricorrenti all’interno di veri e propri cicli.
Sono le case, i tavoli, gli alberi, le nuvole, le lavagne a costituire da ora i riferimenti permanenti di una poetica rarefatta ed essenziale.
Fra i primi ad accorgersi e a valorizzare la sua arte è Giovanni Fumagalli, che lo vuole tra gli artisti della sua galleria (la storica Galleria delle Ore di Milano). Nel 1993 è invitato alla XXXII Biennale d’Arte Città di Milano e alla III Biennale di Cremona, dove torna nel 1999 per la VI edizione. Numerose le mostre, anche personali, in Italia e all’estero, fra cui le personali al Centro Culturale San Fedele e a Gli eroici furori di Milano nel 20 l l , la partecipazione alla mostra dedicata a lmre Reiner e all’astrazione internazionale al Museo d’arte di Mendrisio, oltre alle mostre Sogno e Confine. Casali, Cemak. Folon e Giacomelli, allestita nel 2012 alla Galleria Biffi di Piacenza, La natura obliqua. Alfredo Casali, Angelo Del Bon, Mario Giacomelli presso Il Chiostro arte contemporanea di Saronno e la personale presso la Galleria Ceribelli di Bergamo nel 2014. Nel 20l6 è presente alla mostra Arte e Architettura. Punti di vista presso la Casa del Mantegna a Mantova; fanno seguito nel 2017 Una questione di numeri alla Cristina Moregola Gallery di Busto Arsizio e Tutto lo spazio che vuoi alla Biffi Arte di Piacenza.