Racconti sospesi
ALFREDO CASALI

Quella di Casali è una pittura minimalista e figurativa al tempo stesso, che non si stanca di giocare sui sottili confini fra realismo e astrazione. Fedele a pochi soggetti, tratti dalla natura o dall’intimità domestica e quotidiana (alberi, montagne, case, tavoli), l’artista dimostra un’analoga coerenza anche nelle scelte linguistiche. Interni e paesaggi sono occasioni per narrare ogni volta, in modi sempre diversi, il proprio racconto quotidiano, affidandosi sistematicamente alla sintesi e alla leggerezza.
Scrive Sara Fontana nel saggio critico in catalogo: “Dunque Casali sul tavolo mette tutto se stesso, o quasi tutto, e alle digradanti tonalità del grigio opaco affida l’espressione della sua ricchezza e complessità d’animo. Anche nelle ultime serie affronta con leggerezza soggetti semplici ma tutt’altro che frivoli, con precedenti ingombranti nella tradizione pittorica, mentre la lenta ma inarrestabile sedimentazione delle memorie ha modificato profondamente il processo esecutivo. Il fondo della tela viene pazientemente preparato con gesso, resine, ossidi e pigmenti, donando più spessore alla successiva stesura ad olio e generando vibrazioni cromatiche prima impensabili.

Inaugurazione, giovedì 29 settembre 2016, dalle ore 18.00
dal 29 settembre al 10 novembre 2016
Orari mostra, martedì/giovedì: ore 10.00 – 14.00 / 16.00 – 19.300
Alfredo Casali
Grande tavolo, 2015 - olio su tela, cm 30 x 40